Banner Implantologia Dentale

Le protesi parziali sono apparecchi rimovibili per ovviare alla mancanza dei denti. Attraverso queste protesi è possibile riacquistare la funzione masticatoria e fonetica oltre a quella estetica. Ciò avviene attraverso la sostituzione dei denti naturali con quelli artificiali. Questa tipologia di protesi viene utilizzata quando non è possibile impiantare protesi fisse e il paziente ha ancora alcuni denti sani. La protesi può essere parziale o totale, in quest’ultimo caso si parla anche di dentiera.

Come viene applicata la protesi parziale

La protesi parziale può essere rimossa dal paziente in modo da consentirne la pulizia. Questa tipologia di protesi è detta anche scheletrata, in quanto costituita da una rete metallica portante. Gli attacchi metallici sono necessari in quanto consentono una maggiore stabilità masticatoria. La protesi parziale viene ancorata ai denti residui. L’ancoraggio può avvenire attraverso dei ganci, che sono economici e facilmente spostabili in caso di ulteriore perdita di denti, oppure attraverso corone protesiche, che presentano dei microattacchi e che rappresentano un’alternativa esteticamente più valida. Infine la protesi parziale può essere ancorata attraverso degli impianti chirurgici, questo sistema è preciso, efficace ed esteticamente gradevole ma comporta dei costi piuttosto elevati.

Parti delle protesi parziali

Come già accennato, la protesi è costituita da una parte scheletrata. Essa consiste in una barra di metallo al quale vengono fissati i ganci e i denti della protesi. Inoltre se la mancanza di denti interessa sia la parte destra che quella sinistra della mascella, allora sarà presente anche una barra palatale, se invece l’intervento è richiesto per l’arcata inferiore, allora la barra sarà linguale (cioè passerà sotto la lingua). Questo garantirà stabilità alla strutture protesica.
La protesi parziale è costituita anche dai ganci, che servono a connettere lo scheletrato ai denti naturali ancora presenti. I ganci sono piuttosto sgradevoli esteticamente, ecco perché si possono utilizzare degli attacchi interni non visibili, questa circostanza implica la necessità di incapsulare i denti naturali.
Nell’apparecchio può essere presente anche la flangia rosa, detta più comunemente gengiva finta, che permette di coprire il supporto metallico della protesi, adattandola al naturale colore del cavo orale del paziente.
La componente principale della protesi parziale è costituita dai denti protesici, solitamente in resina o composito. Si utilizzano anche corone in metallo ceramica, che però comportano un peso superiore. Il colore dei denti protesici sarà scelto in base alla colorazione dei denti naturali ancora sani del paziente.