Banner Implantologia Dentale

Molto spesso per risolvere la mancanza di denti viene utilizzata la protesi combinata come soluzione: questo vuol dire puntare su un supporto particolare con una parte fissa ed una che è possibile rimuovere in qualsiasi momento.

Perché viene usata la protesi combinata?

Uno dei casi in cui viene maggiormente utilizzata la protesi combinata è quello in cui manchino i molari e premolari. L’edentulia parziale, ovvero la mancanza di alcuni denti, è un problema ormai sempre più diffuso e perciò avere a disposizione una tale soluzione è assai conveniente. Inoltre viene utilizzata la protesi combinata anche nei casi in cui non sia possibile inserire una protesi fissa per via della fragilità dei denti rimasti o anche nel caso in cui questi denti non garantiscano le funzionalità fondamentali e possano non resistere ai carichi di masticazione.

La procedura usata per le protesi combinate

Il primo step dell’applicazione della protesi combinata riguarda un trattamento ai denti naturali. Dunque vengono eliminate carie o altri disturbi che determineranno sollievo nel paziente che potrebbe aver sofferto di mal di denti. Successivamente i denti naturali che sono rimasti vengono trattati in modo tale da essere incapsulati. Nel momento in cui i denti vengono ridotti a monconi si procede con la protesi combinata che prevede la combinazione perfetta di una parte metallica ed una cementata che prenderanno precisamente la forma delle gengive del paziente. In questo modo si potrà ottenere una dentatura come nuova.

I materiali che vengono usati

I metalli che vengono utilizzati per quanto riguarda la protesi combinata sono assolutamente biocompatibili e dunque non arrecano alcuna tossicità. Vengono preferite leghe di cromo-cobalto, ma non mancano anche delle soluzioni in oro o titanio. Invece la gengiva sintetica di questo tipo di protesi punta a somigliare quanto più possibile a quella vera. Ecco perché si sceglie una resina acrilica che ha un colore assai simile a quella naturale. Per quanto concerne i denti, sono costituiti di composito ma ci sono anche soluzioni innovative in metallo-ceramica.

Quali sono i vantaggi della protesi combinata?

Sicuramente uno dei principali vantaggi legati all’uso di questa tecnica è quello di non prevedere ganci visibili e che spesso risultano antiestetici. Infatti questa protesi aderirà direttamente a livello della lingua e perciò gli attacchi sono invisibili. Inoltre non bisogna dimenticare che i denti naturali non vengono in alcun modo danneggiati e né tanto meno resi più fragili. Bensì il contrario in quanto grazie alle corone sintetiche vengono rinforzate. Ovviamente uno dei vantaggi più importanti per i pazienti è la possibilità di ripristinare immediatamente la funzione masticatoria e soprattutto l’estetica con una soluzione che somigli quanto più possibile ad una gengiva naturale.