Banner Implantologia Dentale

La dentizione del neonato è solitamente una transizione abbastanza dolorosa. Questo processo comincia di solito attorno ai 6-8 mesi per concludersi normalmente attorno ai 30 mesi, anche se non sempre i termini son così specifici. È comune opinione che i bambini provino dolore quando spunta un dente: più che dolore, potremmo parlare di fastidio soprattutto quando spuntano i molari e gli incisivi.

dentizione bambini mesi

Sintomi dei primi denti

La fase della dentizione comporta solitamente fastidio e una serie di sintomi che, se individuati, possono aiutarci a dare un po’ di sollievo al bambino.
In generale i sintomi del bambino nel corso della dentizione possono essere diversi da bimbo a bimbo. Bisogna sempre però controllare se il dolore o l’irritabilità mostrata dal bambino sia o meno ricollegata allo spuntare dei dentini, o se il problema sia piuttosto un altro.

 

Quanto fanno male?

Innanzitutto è bene considerare che non tutti i bambini provano fastidio o dolore nel corso della dentizione. In alcuni casi, però, potremmo notare che il neonato accusa dolore, irritabilità generale, le gengive sono gonfie e ipersensibili. Inoltre se il bambino ha difficoltà a dormire, e non accetta volentieri il cibo, potrebbe essere a causa della dentizione. Il dolore è in assoluto il sintomo più rilevante, è causato dall’infiammazione della musica gengivale che viene irritata dal piccolo dente che preme contro di essa per giungere in superficie. In genere è un dolore abbastanza costante e fastidioso.
Il bambino di conseguenza diventerà abbastanza nervoso e irritabile, perché questo dolore dura abbastanza a lungo.
Il dolore alle gengive può causare una certa inappetenza o rifiuto di attaccarsi al seno, con la conseguenza che il bimbo è sempre più affamato e nervoso.
Altri sintomi che possono far comprendere che è in corso la dentizione del bimbo sono la bava, e di conseguenza possibile dermatite sul viso del piccolo, e la febbre leggera, accompagnata da mal di stomaco.

 

Febbre da primi denti?

Facciamo particolare attenzione a questi ultimi sintomi: la febbre alta, la diarrea non sono affatto sintomi tipici della dentizione. Motivo per cui in casi simili è bene rivolgersi a un medico immediatamente. La diarrea non è un tipico sintomo della dentizione, ma l’eccessiva produzione di saliva può essere causa dell’aumento del numero delle feci.
Ma esiste davvero una ‘febbre da denti’, come viene solitamente chiamata?
La febbre, bisogna precisare, non è causata dall’eruzione dei denti da latte. In alcuni casi però l’infiammazione delle gengive può anche causare dei piccoli rialzi di temperatura, sui quali bisogna intervenire.

 

Le soluzioni

Altre situazioni che possono aiutarci a capire che il bambino soffre per la dentizione sono i fastidi notturni, i risvegli o l’agitazione nel sonno, il dondolarsi avanti e indietro, che è un meccanismo calmante per il bambino quando prova ansia o fastidio.
Quando inizia la fase della dentizione, il bambino può essere molto irritabile e avere necessità di mordere qualcosa per avere un po’ di sollievo. Per questo uno dei migliori rimedi rimane quello di acquistare un massaggiagengive o un ciuccio che il bambino potrà tranquillamente masticare o succhiare. Per ottenere un miglior effetto calmante, è anche possibile dare al bimbo un fazzoletto di cotone imbevuto nella camomilla.
Anche un massaggio alle gengive con il dito può essere una buona soluzione per il fastidio che prova il bambino in queste situazioni.
È possibile anche pulire le gengive del bambino utilizzando un apposito spazzolino di silicone.
Anche quando il bambino si sveglia nel cuore della notte per colpa del dolore alle gengive, la cosa migliore è fornirgli il massaggiatore e stargli accanto finché non torna a dormire. State sempre molto attenti che il dolore e l’irritabilità del bimbo siano dovuti alla dentizione e non ad altri motivi.